Please wait...

vendita-farmaci-online.jpg

«Sono molto preoccupato per alcune notizie che mi arrivano da alcuni pazienti giovanissimi, pronti ad assumere qualsiasi pillola alla ricerca di prestazioni sessuali da pornostar».

L’allarme arriva dal professor Fabrizio Iacono, docente di Urologia all’Università Federico II di Napoli. «Spesso» aggiunge «i ragazzini acquistano queste pillole tramite il web, senza preoccuparsi dei rischi che possono derivare per la salute. Pericoli enormi perché gli adolescenti comprano queste pillole dell’amore on-line, non certo nelle farmacie, e inoltre ne fanno un uso ‘ricreativo’ e molto pericoloso».

La moda degli “acquisti on-line” di farmaci e talvolta anche di smart drugs è diffusa a livello nazionale, ma il timore è che a Napoli si stia sviluppando un mercato particolarmente florido. Per questo l’urologo napoletano lancia un appello ai ragazzi, ma anche ai genitori: «Non fate sciocchezze» dice «utilizzare questi prodotti è rischioso e insensato». Iacono spiega che molti giovani «fanno scorta di queste pasticche in vista dell’estate, con l’idea di poter avere approcci da veri “latin lovers”. Il grosso problema è che la maggior parte di questi prodotti non solo non servono a garantire prestazioni migliori, ma sono addirittura pericolosi».

ANSA


google-salute.jpg

Cure miracolose per malattie rare, pillole per dimagrire che fanno perdere dieci chili in una settimana, creme contro la disfunzione erettile provenienti dalla tradizione di paesi lontanissimi. Sono più di 68 milioni gli annunci pubblicitari di prodotti farmaceutici non autorizzati che Google ha bloccato nel 2016. Quasi sei volte i contenuti censurati nel 2015.

E’ quanto emerge dal Rapporto sull’attività di vigilanza condotta nell’anno passato dal gruppo di Mountain View per escludere i siti illegali da indicizzazioni e ricerche. In dodici mesi, riferisce Google, sono stati bloccati 1,7 miliardi di annunci pubblicitari. Di questi, 68 milioni riguardavano prodotti per la salute vietati o illegali. Nel 2015, i contenuti dello stesso genere messi in quarantena erano stati “solo” 12,5 milioni.

La violazione delle leggi nazionali su farmaci e prodotti assimilati rappresenta la principale infrazione registrata dal motore di ricerca del gruppo americano. Sempre nel 2016, cita ancora il rapporto, sono più di 47mila i siti perseguiti per truffe su prodotti o programmi diretti alla perdita di peso.


logo footer

Via G. Nelli, 23 (angolo Piazza Montanelli)
50054 Fucecchio (FI)

Mail: info@farmaciaserafini.net

Tel: 0571 – 20027 (2 linee r.a.)
Fax: 0571 – 20027 (2 linee r.a.)

P.Iva 05439190488

Carte accettate

carte

Il Nostro Progetto

Logo Ivita Italia

Copyright farmacia Serafini 2016. Tutti i diritti riservati.